Come scegliere la cucina?

Arredare Casa

Come scegliere la cucina?

Croce e delizia degli arredatori, la cucina  si propone spesso come protagonista della casa. "Moderna, tradizionale o country?" Per realizzare il progetto purtroppo le scelte cui sarete sottoposti non si fermeranno a questa semplice domanda. Materiale delle ante e del piano di lavoro, abbinamento di colori e finiture, scelta degli elettrodomestici, tipologia di attrezzatura dei moduli, dimensione degli elementi pensili...l'unica soluzione per trovare risposta a tutte queste variabili è avvalersi della consulenza di un arredatore esperto. Avrà il compito di illustrarvi le caratteristiche dei materiali e guidarvi nella scelta, strutturare la composizione contestualizzandola nella vostra abitazione. 

Il percorso di acquisto si articolerà in più fasi: sopralluogo e rilevazioni delle misure dell'ambiente, progettazione, scelta del modello ed infine installazione.

 

Sopralluogo e rilevazione delle misure dell'ambiente

La cucina è l'elemento che più di ogni altro necessita di personalizzazione. Ogni cucina è unica nel suo genere perchè progettata per una determinata situazione. Il sopralluogo da parte dell'arredatore è il primo passo fondamentale nell'acquisto della cucina. Sarà compito dell'arredatore valutare gli spazi, i punti luce e consigliare eventuali modifiche degli impianti. Rivolgetevi sempre a negozi di mobili con esperienza, che offrano il servizio di sopralluogo preventivo alla progettazione.

 

Scelta del modello di cucina

Grazie al web e alle riviste di settore abbiamo oggi a disposizione una panoramica abbastanza esaustiva delle tipologie di cucine in commercio. Recarsi in un negozio di mobili con una esposizione ben fornita e varia è utile per valutare e confrontare le finiture, le tipologie di ante e gli spessori dei materiali.

anta impiallacciata

  • Le ante

Le ante potrebbero essere l'elemento caratterizzante della cucina: a telaio, liscia o addirittura in vetro, ogni azienda produttrice ne propone molti modelli. Cosa deve influenzare la scelta dell'anta? Lo stile di cucina che vorrete realizzare. Considerate l'anta come un elemento con cui comporre la vostra cucina; utilizzate la modularità delle ante per creare giochi di linee e abbinamenti di colore. Le ante possono essere realizzate in diversi materiali: laminato, laccato, impiallacciato e vetro (aziende di nicchia producono ante anche in materiali più pregiati ). Si dovrà tenere in considerazione la praticità di pulizia e la resistenza agli agenti esterni e le possibilità cromatiche, standardizzate per laminato e completamente personalizzabili per le laccature. E' importante sapere che la scelta dell'anta andrà ad incidere sul prezzo finale della cucina, avvaletevi della consulenza dell'esperto per assicurarvi di non incappare in errori indesiderati.

  • Il piano di lavoro

Il top è forse la zona più sottoposta a stress e usura. Deve essere una superficie resistente, sicuramente idrorepellente. I prezzi variano molto: partendo dal laminato idrorepellente antigraffio, con superficie goffrata nelle ultime versioni, si passa all'agglomerato di quarzo, al corian fino alla kerlite. In fase di preventivo fatevi scorporare il prezzo del piano di lavoro dal resto della composizione. Per il venditore è una dimostrazione di trasparenza, per l'acquirente uno strumento in più per realizzare la cucina rispettando il budget prefissato. In fase di acquisto non scordatevi di chiedere informazioni sulla garanzia del materiale. Ricordiamo che mediamente i materiali dei piani di lavoro sono garantiti dai 10 ai 25 anni.

top cucina moderna

  • Meccanismi di apertura ante, cassetti e ribalte

Ogni azienda produttrice di mobili adotta una determinata meccanica per ante, cassetti e sistema di aperture particolari. Non è questa la sede per indirizzarvi verso una particolare azienda, vogliamo tuttavia fornire alcune utili indicazioni: i sistemi di chiusura sono ormai quasi tutti ammortizzati, sia su ante che cassetti che pensili a ribalta. Non è quindi questo un parametro per valutarne la qualità. La nostra attenzione dovrà focalizzarsi su alcune domande da porre al venditore, quali la portata dei cassettoni, la possibilità di regolazione nelle tre direzioni e della spinta dell'ammortizzatore ( su sistemi di apertura per pensili). Sono questi i veri accorgimenti che permettono un longevo utilizzo della cucina senza dover ricorrere a continui aggiustamento di ante e cassetti.

 

  • Sistemi Manigliemaniglia incassata cucina

Da alcuni anni le migliori aziende produttrici di cucine si sono impegnate a rendere personalizzabile l'anta della cucina con vari sistemi maniglia: apertura push pull manuale o elettrico, tipologia di maniglia incassata nell'anta e maniglia tradizionale. Nel caso delle cucine Arrex, ogni anta a disposizione può essere configurata con qualsiasi tipologia di maniglia. Come per gli aspetti sopra citati, sarete facilitati nella scelta del sistema maniglie se potrete effettuare un confronto visivo tra le varie tipologie in una mostra di un negozio di mobili.

  • Scelta degli elettrodomestici

Ecco il tasto dolente.  Come detto per il piano di lavoro, chiedete consiglio all'arredatore, specificando il budget a vostra disposizione. Sarà lui a proporvi l'offerta al momento più interessante. Perchè acquistare un elettrodomestico presso un negozio di mobili quando sul web lo stesso articolo lo possiamo acquistare ad una cifra quasi sempre inferiore? Acquistandolo presso un negozio di mobili si può beneficiare del montaggio e, se vi siete affidati ad un negozio che offre un buon servizio post vendita, potrete essere seguiti nel rivolgervi all'assistenza nel caso che l'elettrodomestico presenti qualche malfunzionamento. Sottolineiamo che l'assistenza degli elettrodomestici non è a carico del negozio di mobili, ma è un servizio che passa dai centri assistenza delle case di elettrodomestici.

 

Progettazione della cucina

In seguito al sopralluogo e alla rilevazione delle misure, e dopo aver ascoltato le vostre necessità, l'arredatore progetta la cucina. E' un percorso che si compie insieme al venditore. Fondamentale la scelta del posizionamento degli elettrodomestici e basi attrezzate, che dovranno essere disposte seguendo la logica della praticità di utilizzo senza distogliere l'attenzione dal fattore estetico. Un buon venditore sarà colui che avrà la capacità di assecondare le vostre richieste contestualizzandole secondo i parametri e le tendenze del momento.

 

L'installazione della cucina

L'atto finale dell'acquisto di una cucina è l'installazione. Assicuratevi di rivolgervi ad un negozio di mobili che si avvalga dell'esperienza di installatori qualificati e di fiducia. E' il momento in cui si "entra" in casa del cliente, forse il momento più delicato dell'intera operazione, dove il progetto si materializza nella vostra cucina. Il montaggio di una cucina è un'operazione che richiede parecchio tempo, mediamente una o due giornate di lavoro. In fase di acquisto rivolgete alcune domande al venditore: la possibilità di effettuare modifiche in fase di montaggio ve ne fosse la necessità, chi si occuperà dell'allacciamento elettrico e idraulico, la possibilità di beneficiare di una piattaforma aerea.

 

Gli aspetti da tenere in considerazione durante l'acquisto di una cucina sono molteplici. Ricordate che state acquistando un bene duraturo, di utilizzo quotidiano con molti elementi sottoposti a forte stress da usura e da agenti esterni. Il consiglio è quello di avvalersi della consulenza di un negozio di mobili di qualità, con la certezza di essere seguiti e indirizzati in fase di progettazione e soprattutto di non essere abbandonati successivamente all'installazione. 

Torino, Gennaio 2015

 Roberto Vottero

 

Arredamenti Vottero

Via Torino 53, 10040 Druento (TO)

Telefono: 011-9846437

Fax: 011-9944550

Mail: info@arredamentivottero.com

P. IVA 00906820014